Viewing entries tagged
pvt

INTERVISTA A GAETANO GROSSO

Comment

INTERVISTA A GAETANO GROSSO

 
 

Cosa sono i PVT?

I PVT sono degli appuntamenti col design che si ripeteranno con cadenza regolare e che vedranno ogni volta un protagonista diverso. Attraverso di essi Spazi Privati intende promuovere la sua filosofia basata sulla ricerca, l'innovazione, le connessioni. Mettiamo uno spazio a disposizione di una personalità del mondo dell'architettura, dell'arte, della cultura che, in assoluta libertà, interpreta un tema.

Il primo PVT è stato affidato all'architetto Vittorio Battaglia che ha affrontato quello dell'arredo da esterno realizzando un progetto di grande effetto scenico, dove, in un'atmosfera da favola, la natura convive con arredi belli e colorati, un vero inno alla vita. Ci tengo a sottolineare che per questa installazione sono state utilizzate le collezioni di due aziende tra le più prestigiose nel panorama internazionale - B&B Italia e Paola Lenti - e che ci siamo avvalsi della preziosa collaborazione di importanti aziende del territorio: Lorefice piante, Gli Aromi, Nigita.it, Nerosicilia, Selection.

 
L'architetto Vittorio Battaglia controlla gli ultimi dettagli prima dell'apertura al pubblico.

L'architetto Vittorio Battaglia controlla gli ultimi dettagli prima dell'apertura al pubblico.

 

Come si colloca Spazi Privati nel panorama delle offerte nel territorio?

Il negozio nasce con una mission precisa: vendere mobili di qualità, e solo quelli. E in questi anni, pur se difficili, non abbiamo arretrato di un millimetro rispetto a tale proposito - i nostri partner sono aziende del calibro di Bulthaup, Cassina, Flexform, Rimadesio, B&B, Paola Lenti - rimanendo sempre molto attenti alla qualità delle proposte e alla qualità dei servizi offerti. Il nostro obiettivo è quello di rappresentare un riferimento imprescindibile per chi vuole arredare la casa o l'ufficio trovando il punto di equilibrio migliore tra l'eleganza e la funzionalità e senza che questo comporti necessariamente un impegno economico importante.

Come è stato accolto dalla città?

Con i clienti abbiamo un rapporto splendido e, per noi, estremamente gratificante. Abbiamo la sensazione che venga percepito e apprezzato lo sforzo mio e dei miei collaboratori di essere sempre corretti, professionali, puntuali. Confesso che porto nel cuore un grande desiderio: diventare per Ragusa e i ragusani quello che è stato Benito Bufardeci. In questi anni mi è capitato più volte di sentir dire con tono compiaciuto " questo lo presi da Bufardeci" e mi è sempre stata chiara la stima nutrita nei suoi confronti per la sua competenza, la capacità di stare al passo coi tempi e talvolta di saperli anticipare, la sua cultura della qualità. Sarei già contento se si potesse dire di me la metà del bene che si dice di lui.

 
Vittorio Battaglia e Gaetano Grosso ospiti dell'evento.

Vittorio Battaglia e Gaetano Grosso ospiti dell'evento.


CONDIVIDI SUI SOCIAL

                   


 

Comment

INTERVISTA A VITTORIO BATTAGLIA

Comment

INTERVISTA A VITTORIO BATTAGLIA

 
 

Quando mi sono chiesto a chi affidare il primo Spazio PVT non è stato difficile pensare a Vittorio Battaglia; è stato uno dei progettisti di Spazi Privati, siamo amici e so di poter contare su di lui ogni volta che ne ho bisogno.

Ma al di là dei rapporti e dei sentimenti ho voluto che fosse lui perché ne apprezzo il valore professionale, la padronanza nell’uso dei colori e dei materiali, la voglia di osare, di sperimentare, la capacità di realizzare commistioni ardite senza mai uscire di un millimetro dal recinto dell’eleganza.

Natural Chaos è un progetto affascinante, pieno di vita, dove il suo talento si esprime con forza e mi conferma, ancora una volta, tutto il bene che penso di lui.

Grazie Vittorio.

 
L'Architetto Vittorio Battaglia il 22 Aprile inaugura   Natural Chaos  , il primo  SPAZIO PVT .


L'Architetto Vittorio Battaglia il 22 Aprile inaugura Natural Chaos, il primo SPAZIO PVT.

 

Chi è Vittorio Battaglia?

“Cirillo curiosone...giura non lo faccio più” ...  io invece continuo a farlo e, con la mia curiosità, a cercare e trovare sempre qualcosa di nuovo che possa stimolarmi e che faccia la differenza con quello che ho già sperimentato.
Devo necessariamente intrecciare tutte quelle tensioni, dall’arte al cinema, dalla musica alla moda, ai video, alla letteratura, per poi restituire, sotto forma di progetto, una mia visione di queste emozioni che possa essere realtà concreta e fantasiosa di un luogo, un’architettura, uno spazio.
 

Perché ha scelto l’esterno come tema del suo spazio privato?

L’esterno, correlato all’interno, è oggi un tema molto presente nella sensibilità di tutti … basta un semplice balcone, una bella apertura e uno spazio si può appropriare di tante possibili sensazioni che dall’esterno proiettano all’interno luce, colore, odori … vita.
 

Ci parli del progetto (come nasce, a cosa si ispira, qual è la filosofia?)

Per raccontare questa sensazione di inside/out mi aiuta la forza della natura che, come una lamiera di ferro, si muove sinuosa intrecciando contaminazioni e mutazioni, da cui nasce la libertà di legare e negare tutto, di improvvisare con colori, materia, luce, acqua … vento.
 

Quali marchi ha utilizzato e perché?

In questa totale libertà ho scelto dei pezzi che per le loro qualità e design esprimono l’area nuova che coinvolge l’esterno e l’interno: a tratti, anche con un po’ di irriverenza, sedute di Paola Lenti e di B&B Italia dialogano con il cavallo di Moooi, stuzzicate dalla Monkey Lamp che, furtivamente tra le piante si apre un varco per illuminare il relax di Alias, sollecitando la fantasia.


CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

                   


di GAETANO GROSSO

Rappresenta l’anima di Spazi Privati e il desiderio di creare sempre nuove connessioni.

 

Comment